Annunci

SPAZIO SMARTWEEK

cryptocurrencies cryptomonete family office officer finanza investimenti digitali

Family Offices e Crypto-monete: i Grandi Patrimoni Si Avvicinano All’Investimento Virtuale

Nel panorama dei family offices c’è una nuova realtà: la crypto-moneta. Oltre agli ormai notibitcoins, si stanno diffondendo anche altre valute virtuali, tra cui ripple (Xrp) –una moneta digitale open source proprio come la prima, ma con tempi di transazione nettamente superiori, creata dalla startup OpenCoin – e Swarm. Sfatiamo il mito: non si tratta di investimenti diretti in monete digitali, ma in investimenti in aziende coinvolte nel loro utilizzo.

Ma cosa sono esattamente le crypto-currencies? E perché i family offices si stanno avvicinando a queste realtà? Le crypto-monete sono valute digitali o virtuali. La criptografia viene utilizzata nella creazione di nuova moneta e questo rende le transazioni molto sicure. Ma non solo: questo genere di valuta garantisce altissimi livelli di privacy ed altrettanti di efficienza.

E la cosa piace al ceto ultra-wealthy. Forbes riporta infatti che, sulla base di alcuni studi condotti negli ultimi cinque anni su un campione di family offices con assets maggiori o pari a 500 milionidi dollari, l’interesse per gli investimenti in valute virtuali sta crescendo visibilmente. Nel 2011, su 44 family offices, meno del 5% aveva dichiarato di essere interessati in crypto-currencies. Due anni dopo, il dato è aumentato visibilmente. Nel 2013, infatti, più del 15% degli intervistati ha affermato di essere interessato in investimenti del genere e oltre il 5% di questi ha dichiarato di essere già coinvolto in investimenti simili o nell’utilizzo di crypto-currencies.

Ad oggi, i risultati sono ancora più interessanti: su un campione di 36 family offices, quasi il 25%ha dichiarato di essere intenzionato a investire in crypto-monete e la quota di family offices che già ne fanno uso è cresciuta a quota 10%.

A conferma di questo trend positivo è anche la dichiarazione di Barry Silbert, fondatore delBitcoin Investment Trust di New York. Silbert ha riportato che uno dei tre gruppi principali che hanno investito nel fondo è composto proprio da family offices. Il motivo? “I family offices hannoorizzonti d’investimento a lungo termine, vogliono diversificare i propri investimenti e collocare il capitale in asset alternativi” ha detto Silbert.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: