SCADENZE SUBORDINATE.

Nel 2016 vanno in scadenza 5,75 miliardi di euro di obbligazioni subordinate bancarie quotate e 665,3 milioni non quotate; a questi rimborsi si sarebbero dovuti aggiungere 171 milioni di subordinati emessi da B. Etruria, “azzerati” dal decreto “salva-banche” del 22.11.2015. Tenuto conto dei rimborsi parziali sinora effettuati, l’”out standing” netto è di circa 4 miliardi.

Il mercato sta rapidamente “prezzando” il rischio percepito sugli emittenti, come MPS (che ha in previsione il rimborso di 591,5 milioni di un prestito decennale, a fine maggio 2016 e di 200 milioni di sterline a fine settembre 2016) e Carige (per cui andrà a rimborso un decennale subordinato di 361,6 milioni ad inizio giugno 2016). Dita incrociate e sguardi rivolti ai monitor, confidando che i prestiti in scadenza possano essere rinnovati su un mercato divenuto più selettivo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: