Annunci

THE VILLAGE WEEKEND con Federica SELLERI

GOCCE DI SPAZI PARALLELI

Klaus-Münch_Gocce-di-spazi-paralleli_2016_aIl 17 Febbraio è stata inaugurata la mostra dedicata all’artista tedesco Klaus Münch “Gocce di spazi paralleli”, ospitata all’Edificio Messina Due della Fabbrica del Vapore di Milano e sarà visitabile fino al 23 Marzo.

Nello spazio espositivo sono visibili oltre cinquanta sculture policrome semisferiche realizzate in plexiglas. Al loro interno sono state realizzate immagini di cellule, vegetali e animali ricavate al microscopio, che dialogano con grandi opere su carta a grafite e cera, disegni realizzati con resina e pigmenti che illustrano un universo dove micro e macrocosmo si riflettono continuamente l’uno nell’altro.

Klaus-Munch_Senza-titolo_2013_-matite-e-pastelli-a-cera_cm-32x24_0-557x590Il rapporto tra arte e scienza viene indagato dall’artista: le cupole di varie forme e dimensioni diventano “spazio abitativo” per l’origine della vita, in cui le nanostrutture cellulari rimandano a pianeti, a mondi più vasti, a costellazioni astratte.

L’esposizione presenta attraverso inediti e opere degli ultimi anni il lavoro dello scultore tedesco che, formatosi tra Carrara e Monaco, si esprime attraverso la realizzazione di opere che evocano la formazione della vita nel cosmo in una concezione spaziale in divenire, avvicinandosi alla teoria degli universi paralleli.Klaus-Munch_Senza-titolo_2015_plexiglas_cm43x137x137-590x496

In mostra, i lavori posizionati a terra e alle pareti definiscono lo spazio espositivo e collocano il visitatore all’interno di una galassia di organismi plastici che induce alla riflessione sulla natura stessa dell’uomo e dell’universo. Ne sono esempi le opere in cui la texture cellulare serigrafata sulla superficie ricorda l’immagine di un mondo lontano, in altre opere impronte cromatiche evocano paesaggi lunari, ed in altre la trasparenza del colore su plexiglas richiama la vita nel suo stadio embrionale.

Klaus-Munch_Senza-titolo_2015_plexiglas_cm-55x210x100-590x395Nel lavoro plastico di Klaus Münch il disegno assume un ruolo di grande importanza: è realizzato a grafite o tecnica mista su carta, quasi a dare risposta alla necessità di esperire un rapporto fisico ed energetico con la materia e con la forma; anche la dimensione spesso cambia e in alcuni casi assume dimensioni antropometriche. Caratterizzato da una forte enfasi del gesto, il disegno è in costante evoluzione e le immagini pur rimanendo molto astratte, nel corso del tempo vanno riferendosi ad un universo più organico fitomorfico e zoomorfico, con continui riferimenti al micro e macrocosmo.Klaus-Münch_Gocce-di-spazi-paralleli_2016_dettaglio_1-590x394

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: