Annunci

MONEY TUTOR con ADVISEONLY.com

#ABCFinanza: come si costruisce un portafoglio di investimento?

Costruire un portafoglio di investimento non è una cosa banale né immediata. Prima è bene chiarire un paio di concetti. Lo facciamo con questo nuovo appuntamento della rubrica #ABCFinanza


Definisci le basi

Quando si inizia a definire il proprio portafoglio di investimento bisogna avere già in mente una serie di informazioni che saranno le fondamenta del vostro investimento:

  • Il livello di rischio che siete in grado di sopportare (basso, medio oppure alto),
  • la durata del vostro investimento (breve, medio o lungo termine)
  • le caratteristiche che quest’ultimo deve avere (ad esempio generare un flusso di reddito più o meno costante oppure mirare alla valorizzazione del capitale).

Come è facile intuire non esiste un unico portafoglio valido per tutti gli investitori e per tutte le occasioni. Le persone hanno esigenze diverse, obiettivi diversi e orizzonte temporali di investimento diversi.

Scegli le asset class e gli strumenti

Una volta poste queste basi, il passo successivo consiste nel capire l’universo investibile al quale abbiamo accesso, ovvero le asset class (Azionario Italia, Azionario Europa, Azionario USA, Obbligazionario Euro di breve/medio/lungo termine, Obbligazionario Corporate Euro, Obbligazionario Corporate USA, Obbligazionario High Yield, Commodities…e così via), e quali sono gli strumenti che consentono di investire in queste asset class (Azioni, ETF, ETC, Fondi, Obbligazioni). È importante conoscere le caratteristiche finanziarie di uno strumento per capire a fondo con cosa abbiamo a che fare, in termini di costi, liquidità erischio.

portafoglio

Occhio alla diversificazione

Nella costruzione del portafoglio un principio da tenere sempre presente è la diversificazione di portafoglio. Non conoscendo quali saranno le performance future degli investimenti è bene frazionarli. Maggiore sarà la diversificazione del portafoglio, minore sarà il rischio di perdita del capitale. La diversificazione non dipende necessariamente dal numero di strumenti che compongono il vostro portafoglio, ma da cosa c’è dentro e dall’asset allocation complessiva del portafoglio.

Monitora l’investimento

Una volta stabiliti i pesi da dare agli strumenti, sulla base dei vostri obiettivi e dell’orizzonte temporale, è importante monitorare la vostra ‘creazione’. Sul nostro sito avete la possibilità di caricare il vostro portafoglio e di avere in un’unica schermata non solo il grafico della performance, ma anche delle misure di rischio pervalutarne il livello in modo intuitivo e, in base al vostro profilo d’investitore, capire se siete in grado di sopportarlo o meno e quindi di aggiustare il vostro portafoglio al fine di renderlo coerente con le vostre caratteristiche di risparmiatore.


Filippo Oliviero

Filippo Oliviero

Laureato in Economia dei Mercati Finanziari presso l’Università Bocconi, dopo una parentesi presso banche tradizionali, inizia un’esperienza quasi quadriennale in FinecoBank diventando esperto del mondo del trading online. Nel 2015 la passione e la curiosità per la finanza e il mondo digitale lo portano nel team di financial strategies di AdviseOnly. Viaggiatore e fotografo incallito, sempre con l’inseparabile smartphone in mano e la musica accesa.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: