THE VILLAGE WEEKEND con Federica SELLERI

CARSTEN HOLLER: DOUBT

carsten-holler-doubt-exhibition-designboom-001

Nelle sue opere Carsten Höller indaga la natura dell’esperienza umana. Laureato in fitopatologia presso l’università di Kiel, in Germania, a partire dal 1993 Höller si è dedicato interamente alla pratica artistica. Le sue installazioni scardinano non solo il concetto tradizionale di opera d’arte, ma anche l’idea stessa di fruizione di una mostra o di un museo.

HOLLER

I visitatori vengono posti in una condizione di spaesamento e di incertezza, che si rivela essere uno stato della mente particolarmente produttivo ed è la condizione che ispira il titolo stesso di questa mostra: “Doubt”, dubbio. Con un approccio ludico e sperimentale, Höller attiva specifiche esperienze di alterazione che si manifestano solo se il visitatore si mette in relazione con le opere. Facendo riferimento a situazioni allucinatorie e agli studi sulla percezione, l’artista trasforma lo spazio architettonico in un luogo straniante, in cui l’arte diventa strumento di riflessione sia sulla natura umana sia sul ruolo dello spettatore nell’ambito di una mostra.

1462190690386holler2

Nei suoi progetti Höller sollecita l’interazione del visitatore e, nel farlo, mette in discussione l’idea stessa di oggetto artistico statico, immutabile, o ritenuto “finito” dall’artista stesso, interrogandosi piuttosto sulla possibilità di creare opere “incompiute” che raggiungono il proprio compimento solo attraverso la presenza del pubblico. Attribuendo al visitatore un ruolo attivo nelle proprie opere, l’artista concepisce le mostre come un luogo pubblico e riflette su quale possa essere la funzione culturale e sociale degli spazi espositivi nel XXI secolo.

carsten-holler-doubt-gessato-6

“Doubt” presenta oltre venti opere, tra le più iconiche dell’artista, che includono sculture, video, fotografie e ambienti, insieme a installazioni che invitano alla partecipazione attiva del visitatore e a lavori correlati a esperimenti ottici che stimolano la percezione del pubblico. La mostra si sviluppa nello spazio delle Navate di Pirelli HangarBicocca (Milano) lungo due percorsi, simmetrici e paralleli, accessibili da due diversi ingressi. In base alla propria scelta, lo spettatore inizia la visita dalla parte destra o da quella sinistra, e solo grazie a un atto mnemonico può ricostruire l’esperienza nella sua interezza. I visitatori sono, dunque, parte integrante dell’esposizione sia attraverso il loro coinvolgimento diretto nell’attivazione delle opere, sia nel ruolo di osservatori e osservati da parte del restante pubblico.

carsten-holler-doubt-exhibition-designboom-006

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: