Annunci

THE VILLAGE WEEKEND con Federica SELLERI

MATTEO PUGLIESE. SPIRITI OSTINATI.

Pugliese, Sott'acqua, 2005

La Versilia, terra d’arte e d’artisti, ospita fino al 15 settembre 2016, a Marina di Pietrasanta (LU), la mostra “Spiriti ostinati” dello scultore Matteo Pugliese (Milano, 1969). La rassegna, collocata all’interno dell’Area Festival del Parco della Versiliana, presenta l’ultima produzione plastica dell’artista – in tutto 35 opere -, i cui lavori sono oggi quotati dai 12 ai 40.000 euro, con pezzi battuti a Sotheby’s e Christie’s, e amati dai collezionisti privati.Pugliese,Die Mauer

L’esposizione, allestita nella Villa La Versiliana e nel suo parco, che agl’inizi del ‘900 fu dimora di Gabriele D’Annunzio, è presentata da Philippe Daverio e curata dalla Imago Art Gallery di Lugano.

All’ingresso del parco, la monumentale scultura Die Mauer – oltre 6 metri di altezza -, realizzata nel 2009 per il ventennale della caduta del muro di Berlino, aprirà il percorso espositivo che si declina attraverso le tre serie più conosciute e apprezzate dell’artista milanese. Da un lato, quella degli Extra Moenia, gli uomini che tentano una dolorosa rinascita attraverso una lotta con una materia-muro che li imprigiona, che impedisce loro di vivere, di crescere, di esprimersi.Pugliese,Allotopus Ferox

Sono opere in bronzo in cui è chiara la matrice classica e il tributo alla plastica rinascimentale ma che si distinguono per essere, al tempo stesso, straordinariamente attuali e contemporanee nella frammentazione del soggetto in più parti e nell’interazione con la parete che diventa parte integrante dell’opera.

Dall’altro lato, in risposta alla battaglia esistenziale degli Extra Moenia ecco i Custodi, presenze imponenti e tondeggianti ispirate alle più diverse culture realizzate in bronzo e spesso con inserti in terracotta. Sono figure ieratiche dalla solida e rassicurante corporeità e in cui le armi e le corazze diventano la metafora di una raggiunta sicurezza interiore. Pugliese interviene in questa serie stravolgendo le proporzioni e i canoni classici per definire un nuovo stile: corpi possenti e centrati, piedi enormi, visi decisi e sguardi consapevoli.Pugliese,Ad Astra, 2009

La terza serie, più recente, è quella degli Scarabei, sculture in alluminio e ceramica, tributo dell’artista alla sua giovinezza.

La mostra sarà anche l’occasione per ammirare, in anteprima assoluta, alcune sculture inedite di Pugliese realizzate in marmo e in vetro soffiato. Materiali e lavori che mostrano una diversità di ricerca, di esiti, di tecniche e linguaggi che, lungi dall’essere in contraddizione tra loro, testimoniano la versatilità dell’artista e la volontà di dare voce alle molteplici ispirazioni.Pugliese, Custode Samurai IX, 2015

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: