Annunci

THE VILLAGE WEEKEND con Federica SELLERI

Sandro Luporini – Pittore Scrittore

struttura-e-figure-85-mb

 

Si sta per concludere (11 settembre 2016) la mostra “SANDRO LUPORINI PITTORE SCRITTORE” a cura di Philippe Daverio, presso il Museo Nazionale Romano alle Terme di Diocleziano.

La mostra ha lo scopo di rappresentare l’opera di Sandro Luporini pittore, scrittore, artista che con discrezione e rigore, continuità e impegno intellettuale, è riferimento importante nella cultura contemporanea, attraverso l’opera pittorica e grafica e la sua attività di coautore dei testi negli spettacoli teatrali di Giorgio Gaber.interno-esterno-99-mb-ok-750x380

Sandro Luporini inizia ad interessarsi alla pittura nei primi anni cinquanta. Negli anni sessanta, a Milano, condivide gli eventi del “Realismo esistenziale”. Da allora, allestisce mostre personali in tutta Italia e partecipa a importanti esposizioni collettive, pur rifiutando concessioni e cedimenti qualitativi al mercato. Nel 1979 prende parte al gruppo di pittori “La Metacosa”, rievocata poi, nel 2004, in una mostra presentata da Philippe Daverio allo Spazio Oberdan di Milano. Nei primi anni ’80 affida tutta la sua produzione grafica e pittorica all’Adac di Modena, presieduta da Adriano Primo Baldi, in un rapporto esclusivo che dura tuttora. L’attuale esposizione a Roma, nel complesso museale del Museo Nazionale Romano alle Terme di Diocleziano, comprende le opere dagli anni ottanta ad oggi.

L’incontro con Giorgio Gaber avviene a Milano nel ’59. Cominciano a scrivere insieme per divertimento, “per la voglia di stare insieme e poi perché spesso le amicizie si consolidano facendo insieme delle cose” (come dirà Gaber stesso). A partire dal 1970, questa vicinanza troverà nello spazio teatrale una dimensionepiù congeniale alla loro ricerca dando vita a un’esperienza artistica unica nel genere: dal “Teatro- Canzone” agli spettacoli teatrali di prosa “d’evocazione”, fino all’ultimo album registrato in studio nel 2003, anno della scomparsa di Giorgio Gaber.apparizione-84--750x380

La mostra si compone di 34 manifesti che ripercorrono l’intera opera teatrale di Gaber-Luporini, dai primi anni sessanta (periodo di inizio della collaborazione nella scrittura delle canzoni) fino al 2003.

L’elemento fondamentale delle opere – i velieri e le navi da guerra, i gesti e le pose degli uomini sulla spiaggia, gli scorci dalla finestra, i luna-park sulla spiaggia deserta –, è la magia stessa dell’artista, il surreale teatro mediante il quale egli riesce a rappresentare il senso del sacro e le attese dell’esistenza.

Sandro-Luporini-Uomo-e-gabbiano-1996-c-ADAC-Associazione-diffusione-Arte-Cultura

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: