MONEY TUTOR con ADVISEONLY.com

Financial Brief | Investire è troppo difficile? La guida per cominciare

 

Quali strumenti scegliere? Quale approccio adottare? Da chi farsi aiutare? Non è semplice, per chi deve cominciare ad investire i propri risparmi. Per questo vi offriamo una piccola guida, incompleta e informale, ma utile.

 

Il luogo comune

“Investire è troppo complicato, non ci capisco nulla”

problema

Investire sì, ma in quali strumenti finanziari? Vantaggi e svantaggi a confronto

Investire è importante, lo ripetiamo in tutte le occasioni possibili, ma decidere come farlo può fare la differenza nel risultato finale.
La varietà di strumenti finanziari a disposizione di chi decide (saggiamente) di investire i propri risparmi è enorme: la continua innovazione finanziaria consente di investire praticamente ovunque e su ogni cosa…
Ciò è sinonimo di grandi opportunità, ma può provocare un certo disorientamento in chi si avvicina per la prima volta al mondo degli investimenti. Così, di seguito, abbiamo elencato alcuni vantaggi e svantaggi degli strumenti finanziari presenti sul mercato (senza la pretesa di essere esaustivi: troverete più avanti le indicazioni su come approfondire).
strumenti finanziari per investire quali sono

Come investire i risparmi è (anche) questione di metodo

Selezionare gli strumenti finanziari è solo uno dei passi necessari per definire una buona soluzione d’investimento. Occorre definire anche il come: il panorama dei diversi modi con i quali si possono attuare gli investimenti è infatti molto ampio. Così, di seguito, abbiamo riportato alcune delle principali metodologie utilizzabile da un risparmiatore che intende sfruttare al massimo le potenzialità d’investimento. Non tutte le metodologie sono alternative (ad esempio, è possibile – anzi raccomandabile – effettuare un PAC con una soluzione basata sul “Goal investing”).
modi

Chi può dare una mano a investire?

Avendo scelto gli strumenti finanziari e la metodologie d’investimento, si tratta poi di passare all’azione concreta: investire i risparmi.Ora, quando si scala una montagna generalmente ci si fa accompagnare da una guida alpina. Quando si fa un’immersione è normale rivolgersi ad una guida subacquea. Quando si visita un museo importante spesso si richiede l’accompagnamento di una guida esperta. Dunque, anche quando si tratta di investire, pare ragionevole richiedere l’aiuto di qualche figura professionale: ne esistono peraltro molte e, anche qui, chi è alle prime armi può essere confuso. Si va infatti da professionisti degli investimenti in carne ed ossa, come nel caso dei consulenti finanziari più o meno indipendenti, a entità (apparentemente) digitali, come nel caso dei roboadvisor. Senza contare poi il caso degli spiriti solitari, risparmiatori sicuri delle proprie conoscenze finanziarie, che decidono di non utilizzare alcuna guida, al motto di “chi fa da sé fa per tre”.con chi investire promotore o roboadvisor

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: