Category Archives: ADAM SMITH

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

L’antidoto liberale   Il sommovimento in atto in Catalogna è l’ennesimo epifenomeno  del movimento populista che attraversa il mondo occidentale. Esso, come è stato ribadito in molteplici analisi, assume forme cangianti: si va dal sinistrismo libertario di Podemos, agli impulsi nativisti e reazionari dello UK Independence Party (ormai semi -estinto dopo la Brexit), del Front National e di AFD in

Annunci
Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Tassa, spendi, svaluta.   Quando si leggono notizie relative al bilancio statale italiano si ha la non infondata impressione che la stessa notizia potrebbe essere ripresa con poche variazioni e ripubblicata ad intervalli di 15 giorni. Prendiamo il balletto Governo-Commissione Europea sulla legge di Stabilità. Il copione non cambia mai: l’Italia chiede una deroga e si lamenta dell’austerità, Bruxelles ammonisce

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Fermare il declino   Se oggi gli avvocati fondassero un partito politico lo dovrebbero chiamare Fermare il declino. Il loro, in questo caso. Infatti, se leggiamo l’ampio studio appena pubblicato dal CENSIS sullo stato della professione legale, i segnali non sono incoraggianti e purtroppo nemmeno estemporanei. È da anni che gli avvocati, il cui numero ormai si approssima all’enorme cifra

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Il controllore-legislatore   Il rapporto annuale presentato dal presidente della Consob Vegas l’8 maggio scorso contiene una serie di spunti piuttosto interessanti. In particolare, la relazione ha esaminato le dinamiche economiche e finanziarie degli ultimi anni fornendo come di consueto i dati relativi ai mercati finanziari (dal numero di IPO alla capitalizzazione di borsa) ed in più si è soffermata

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

La giustizia creativa   Nelle ultime due settimane in Italia abbiamo assistito ad un triplete di decisioni giudiziarie  relativo al nostro sistema economico che ci ha ricordato perché il nostro paese sia in declino, con buona pace del presidente dell’ANM Davigo il quale pensa che i magistrati non sbaglino mai, al massimo siano ingannati da astute parti processuali. La prima

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Una punizione esemplare?   Chiunque abbia un po’ di dimestichezza con le serie TV  o i film americani della categoria legal drama o si è leggiucchiato un libro di Grisham, sarà sempre rimasto stupito dall’entità dei rimborsi che le giurie concedono alle parti danneggiate. Molto spesso la causa di questi risarcimenti multimilionari è l’esistenza dei cosiddetti punitive o exemplary damages,

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

La Bolkestein ambulante “Fuori i mercati dalla Bolkestein” si leggeva ieri a Roma su un cartello di un manifestante. Sarebbe semplice ironizzare sul messaggio surreale del poster: la direttiva europea sulla liberalizzazione dei servizi che prende il nome dall’ex commissario olandese serve proprio a far entrare i mercati in alcuni settori economici finora protetti da una normativa corporativa.Tuttavia il sarcasmo

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Se potessi aver…   Il tema del reddito di cittadinanza è ormai prepotentemente entrato nel dibattito politico europeo. Fino a qualche tempo fa sembrava una delle tante bizzarrie populiste dei 5 Stelle o un tipico esperimento da ingegneria sociale tanto cara ai paesi scandinavi (in Finlandia hanno sorteggiato 2.000 cittadini-cavie cui assegnarlo per vedere l’effetto che fa). Ora invece è

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

La Corporate Governance serve?   I vari disastri societari e bancari italiani hanno cause certamente diverse anche se spesso cumulate: incompetenza, frode, condizioni avverse di mercato, megalomania, cambio della regolamentazione. Parmalat, per intenderci, è diversa da MPS. Una sola caratteristica ha però accomunato tutti questi crack, da Banca Etruria a Cirio, passando per Alitalia: un governo societario non all’altezza. Con

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Banche: l’Europa sceglie una via di mezzo   La crisi del sistema bancario è la questione più urgente che affligge l’economia italiana. La crescita fiacca, la disoccupazione, l’inefficienza della pubblica amministrazione sono mali importanti, ma se non si riesce a stabilizzare il sistema del credito sono tutti destinati ad aggravarsi. Se rivisitiamo la nostra storia recente è altresì facile accorgersi

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Qualcuno volò sul nido di Alitalia   Ci risiamo. Dopo una serie di salvataggi che sono costati al contribuente italiano nel corso degli anni, secondo stime conservative, 7,4 miliardi di euro (oltre alle perdite di gestione), si ripropone il problema di Alitalia. La nostra ex-compagnia di bandiera, infatti, dovrebbe chiudere l’anno in forte passivo (si parla di 400 milioni di

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Le conseguenze economiche di Mr.Trump   La Trumpologia è una delle scienze meno esatte dell’età contemporanea. Già predire le mille variabili dell’azione umana, avvolta da ignoranza, eterogenesi dei fini, avversità o colpi di fortuna, è complicatissimo: figuriamoci quando si tratta di capire le mosse del personaggio più dirompente, contraddittorio e incoerente che abbia calcato la scena politica occidentale nel dopoguerra.

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Il baratto di Donald   “Make America Great Again!”. Lo slogan di Trump, evocativo di un’improbabile età dell’oro, ha innegabilmente avuto la stessa forza trascinatrice per una fetta consistente dell’elettorato americano del “Yes, we can” di Obama. Peraltro, molti commentatori pensano che, ancor più del tema dell’immigrazione, la vittoria del candidato repubblicano sia dovuta alla sua retorica anti-commercio internazionale e

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Non c’è solo il TTIP   Dal 3 al 7 ottobre si è tenuta l’ennesima (la 15ma per la precisione) sessione di negoziati tra Unione Europea e Stati Uniti relativa al Trattato Transatlantico per il commercio e gli investimenti, meglio conosciuto come TTIP. Anche questa volta si sono registrati lenti progressi ma non sufficienti ad imprimere una svolta ad una

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

C’è posta per te   Mentre impazzano il risiko bancario, il poker della legge di stabilità e la roulette del referendum, c’è una partita trasversale in corso che riassume efficacemente il perché quando la politica si addentra nella “giungla” del mercato quasi mai il risultato è benefico per l’economia. Stiamo parlando di Poste italiane, azienda quotata in mano per il

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Intervista apparsa su LETTERA 43  «Mercati amorali, l’equivoco di Marchionne»   L’ad di Fca li definisce senza coscienza. L’intellettuale liberista De Nicola a L43: «Falso, stimolano virtù e cooperazione. Sergio? Ha ceduto al moralismo». di Davide Gangale I mercati «non hanno coscienza, non hanno morale, non sanno distinguere tra ciò che è giusto e ciò che non lo è». E dai

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Flessibilità vo’ cercando   I dati del secondo trimestre del 2016 sono impietosi. Contrariamente alla “narrazione” della stagnazione secolare o del rallentamento generalizzato delle economie europee, appare evidente che l’Italia va peggio di tutti gli altri ed è attanagliata da un male domestico. La crescita zero del PIL è condivisa solo dalla Francia (malata con sintomi assai simili a quelli

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

La banca degli onesti   L’assonanza tra la banda degli onesti e la banca degli onesti è fin troppo ovvia: e in tutti e due i casi alla mente degli italiani vengono in mente dei Totò e Peppino che stampano soldi falsi, piuttosto che integerrimi banchieri dediti a massimizzare gli interessi di clienti ed azionisti nel rigoroso rispetto della legge.

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Parisi, l’ultimo frutto del no-global   Stefano Parisi, il manager candidato sindaco di Milano cui Silvio Berlusconi ha dato il compito di rigenerare e poi dissolvere Forza Italia, potrebbe essere il più recente frutto del pensiero  no-global che permea una così rilevante parte della politica mondiale. Parisi no-global, ma scherziamo? No, al contrario, egli è la conseguenza inintenzionale del nuovo

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Convivenza forzata   Il Consiglio di Stato è stato chiaro: le prime unioni civili si potranno celebrare prima di Ferragosto. Bene, qualunque cosa si pensi della legge Cirinnà, non aveva molto senso che, una volta approvata, si facesse passare troppo tempo prima di poterla applicare appieno. Tuttavia, come è normale quando entra in vigore una norma che introduce istituti giuridici

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Il binario sbagliato Il disastro ferroviario pugliese è particolarmente toccante. Le vite umane perse, i feriti, la rabbia di una linea che avrebbe potuto essere raddoppiata e non lo è stata, provocano dolore ma devono indurre una riflessione più generale.È infatti vero che le prime evidenze parlano di un errore umano e quindi di un qualcosa che va al di

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

L’importante è non perdere   “L’importante non è vincere, ma partecipare” : chi non conosce il bellissimo motto reso noto (ma non coniato)dal barone De Coubertin che tutt’oggi ispira i giochi Olimpici? Meno nota è un’altra considerazione dello stesso barone che nel 1911 fece riferimento “ai costi spesso esagerati incorsi nelle più recenti Olimpiadi…”. Poiché il tema delle Olimpiadi a

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

I test di serietà   Domenica si è votato per il primo turno delle elezioni amministrative in molti comuni importanti tra cui le 4 città più grandi d’Italia, Roma, Milano, Napoli e Torino. Nel corso della campagna elettorale i cittadini hanno sentito di sicuro i candidati sindaci dichiarare il loro amore per la città, promettere di occuparsi dei problemi della

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Sono solo canzonette   “Mi ricordo che anni  fa/ di sfuggita dentro a un bar/ ho sentito un juke-box che suonava…”: il giovane Edoardo allora non se lo poteva immaginare ma, mentre la sua fantasia volava e si immaginava la chitarra come una spada, la Siae ne ricavava qualche liretta. Infatti, la Società Italiana Autori ed Editori, nata nel 1882

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

La lista della spesa   Con la nomina di Carlo Calenda a ministro dello sviluppo economico il governo ha posto fine ad una situazione di incertezza che si trascinava da settimane dopo le improvvise dimissioni di Federica Guidi a seguito delle intercettazioni relative al caso delle trivelle. Calenda fortunatamente avrà bisogno di un periodo di ambientamento molto breve: conosce bene

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

La legge di Murphy del commercio internazionale   “Io credo fermamente che un uomo di Stato debba conoscere i principali dettami della scienza economica; o per lo meno saper ascoltare coloro che tali dettami conoscono. Quando essi ignorano tali dettami, commettono grandi errori: costringono gli agricoltori a coltivare prodotti comparativamente più costosi e si aspettano poi che il prodotto netto

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Investimenti pubblici, benefici privati   Uno dei mantra più ripetuti dai politici di ogni colore e da molti commentatori è che condizione indispensabile per una maggior crescita economica è far ripartire gli investimenti pubblici. E, per rafforzare il concetto, si sottolinea che l’Italia è terzultima in Europa, seguita solo da Grecia e Portogallo, come percentuale di spesa pubblica dedicata agli

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Privatizzazioni a metà   La più famosa vendita di gioielli della corona avvenne nel 1885 quando la Repubblica Francese, previa rinuncia di Enrico di Borbone, cedette quelli della monarchia transalpina. Dopo la Rivoluzione e Napoleone, per molti anni si era verificata un’alternanza tra repubblica, monarchia e dittatura militare (Napoleone III). Vendere le gemme  reali, oltre ad un effetto benefico per

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

I gemelli del gol   Pulici e Graziani, oppure Mancini e Vialli. Le coppie dei “gemelli del gol” son rimaste impresse nella memoria degli italiani perché da sole caratterizzavano squadre altrimenti non da primato e che grazie ad esse riuscivano a vincere lo scudetto, come il Torino e la Sampdoria . Ebbene, anche l’economia italiana, se solo la classe politica

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Tre è una folla   In questi giorni è ritornata alla ribalta la sfibrante vicenda del ddl sulla concorrenza che giace in Parlamento da più di un anno dopo aver già subito molte sforbiciate. Si è spesso detto che in Italia la concorrenza è ostacolata da una strana miscela di corporativismo che si intreccia con un’ideologia ostile al mercato intersecata

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

  La bistecca protetta   Non tira una buona aria per il libero scambio. Purtroppo quella più metifica spira da oltreoceano, dove il front-runner repubblicano, l’ineffabile Donald Trump, propone oltre al muro anti –messicani anche tariffe del 45% per i prodotti cinesi e dazi di ogni genere. Le cose non vanno molto meglio in casa democratica: Hillary Clinton, cinica come

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

La coperta troppo corta   Nonostante il governo ostenti un certo ottimismo  sulla situazione economica all’insegna del motto “finalmente siamo ripartiti”, in realtà le ragioni per un cauto pessimismo si stanno accavallando. Prima di tutto la crescita, fermatasi quest’anno allo 0,7% e per l’anno prossimo prevista ben al di sotto dell’ 1,6% stimato dal governo (1,3% secondo la media degli

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Le ragioni di Boris, il torto di Johnson.   Chi scrive deve confessare i suoi limiti. Mi piacciono le persone con sense of humour e Boris Johnson ne ha in abbondanza. Ho sentimenti positivi verso chi è colto e cosmopolita, come Boris. Se nel suo patrimonio di cultura abbonda quella classica, e Boris può fare discorsi in latino e scrive

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Italia: open for business?   Una cifra stilistica piuttosto ricorrente della “narrazione” renziana è l’apertura ed anzi un certo entusiasmo verso gli investimenti esteri nel nostro paese. Ogni qualvolta si verifica un’acquisizione di un azienda nostrana da parte di uno straniero e si alzano immancabili le voci di chi parla di “svendita” o di un “altro pezzo d’Italia” che se

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Beati e spesati   Decimale più decimale meno… Ormai la narrazione del governo sui dati economici si è stabilizzata: quando i dati sono minimamente positivi allora è segno inequivocabile che o è #lavoltabuona o #sicambiaverso, ma insomma possiamo #staresereni. Viene poi accuratamente evitato ogni comparazione con gli altri paesi: sarebbe seccante scoprire che mentre noi abbiamo ripreso a camminare, altri

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

I denti aguzzi degli odontoiatri   Parafrasando Churchill (“Never was so much owed by so many to so few”) si potrebbe dire che mai così pochi estrassero così tanto da così tanti. Questa volta stiamo parlando dei dentisti (“E i notai?” Potrebbe obiettare qualcuno: obiezione accolta, ma occupiamoci di qualcun altro, pour changer). Infatti, con un sincronismo strabiliante e deprimente

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Le sfide dell’Europa nel 2016 viste da Roma   È l’inizio del nuovo anno, momento opportuno per cercare di capire quali sono le sfide interne all’Europa che ci appaiono prioritarie: in alcuni casi, tipo il terrorismo islamico, l’aggressività russa e le guerre del Medio Oriente, i problemi interessano l’Europa, ovviamente, ma la trascendono e quindi non ce ne occuperemo. Il

Read more

L’ANGOLO di ADAM SMITH

Riforma Madia gli amministratori si porta via Uno dei rari bersagli che ha sempre accumunato, almeno nelle intenzioni, il governo Renzi con la pattuglia di bizzarri liberisti pur presente nel nostro paese, è quello delle società partecipate. Sin dai tempi della Leopolda le quasi 8000 imprese, che secondo l’ISTAT (ma per il Ministero delle Pari opportunità sono 10.000: il povero

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

LA RAI IN BOLLETTA Tanto tuonò che piovve. L’ipotesi di inserire il canone Rai nella bolletta elettrica circolava da tempo e alla fine si è realizzata all’interno della Legge di Stabilità or ora approvata. Contemporaneamente il Parlamento ha emanato anche una riforma dell’ente radiotelevisivo pubblico, prevedendo tra le altre cose un cambio della governance attraverso la nomina di un amministratore

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Quel pasticciaccio brutto delle 4 banche   Purtroppo quella che era destinata ad essere l’ennesima storia di malgoverno bancario e di clienti e soci gabbati, ha assunto i colori della tragedia a causa del povero pensionato di Civitavecchia che si è tolto la vita, umiliato per sentirsi tradito dalla “sua” Banca Popolare dell’Etruria che gli aveva venduto obbligazioni rivelatesi carta

Read more