Category Archives: CAMBIAMENTO CLIMATICO

IL BANDO DEI MOTORI DIESEL. CHI C’E’ DIETRO?

  IL FUTURO DELL’AUTO E’ VERDE O “NEROFUMO”?   2040. E’ l’anno nel quale alcune Nazioni bandiranno la vendita di auto a motore endotermico (benzina e diesel, per intenderci) obbligando gli acquirenti a scegliere esclusivamente tra modelli mossi da motori elettrici. Con alcuni Paesi ancora più rapidi, come la Norvegia che, attraverso un piano progressivo di detassazione, ha fissato nel 2025 la fine

Annunci
Read more

AGRICOLTURA IN ITALIA: I DATI ATTUALI DEL SETTORE

FACCIAMO IL PUNTO SU I DATI ATTUALI DELL’AGRICOLTURA     Quando parliamo di Agricoltura, silvicoltura e pesca in Italia, ci riferiamo ad un settore economico il cui valore aggiunto nel 2016 ha superato i 31 miliardi pari al 2,1% del valore aggiunto nazionale, pur segnando un calo del 5,4% a prezzi correnti e dello 0,7% in volume, Il nostro Paese

Read more

Il Punto di Vista di Oscar GIANNINO

Se Trump recede da COP21: non è l’apocalisse temuta, ma politicamente per l’Europa è un’occasione   Oscar Giannino Si attende ormai entro poche ore la decisione finale di Trump sulla COP21. Il presidente USA potrebbe decidere il ritiro unilaterale degli Stati Uniti dall’intesa sul contenimento delle emissioni firmata da 195 paesi a Parigi, nel dicembre di 2 anni fa. Non

Read more

I PODCAST DI SPAZIOECONOMIA

Puntata del 15 Maggio 2017. Parliamo di Smart Cities con il Prof. Enrico ERCOLE e Stefano PARISI, ex city Manager di Milano. Ovviamente con noi anche Maurizio Sgroi e il tutorial di ADVISEONLY.com

Read more

I CONSIGLI DEL MAÎTRE

I consigli del Maître   È sempre più difficile riuscire ad orientarsi fra le migliaia di notizie che ogni giorno emergono sulla rete. Man mano che aumentano i mezzi e i canali di comunicazioni diventa sempre più indispensabile trovare nocchieri capaci di guidarci sicuri nel mare procelloso dell’informazione economica contemporanea. Noi abbiamo chiesto il consiglio di un Maître. Maurizio Sgroi,

Read more

I PODCAST DI SPAZIOECONOMIA

Puntata del 19 Dicembre 2016. Parliamo di Energia e della sua produzione con Chicco TESTA, manager ed esperto del settore e Johann Wolfharter, a.d. di importanti Aziende produttrici di energia idroelettrica

Read more

ELEZIONI IN AMERICA. LE PROPOSTE ECONOMICHE DEI CANDIDATI

IL CONFRONTO  TRA I PROGRAMMI ECONOMICI DEI CANDIDATI ALLE ELEZIONI AMERICANE   Il prossimo Presidente USA eredita un Paese che cresce e non è più avviluppato nella crisi, a differenza di quello trovato a suo tempo da Barack Obama. E c’è da dire che se gli Stati Uniti hanno superato la crisi il merito è anche delle politiche adottate proprio dall’attuale

Read more

L’ECONOMIA DI GAIA con Gaia CACCIABUE

Api & Corporate Social Responsibility: una combinazione vincente Circa un terzo del cibo di cui ci nutriamo ha bisogno del lavoro degli impollinatori: ne hanno bisogno frutta e verdura, ma anche i foraggi con cui si alimentano gli animali da cui prendiamo il latte. I più conosciuti tra gli impollinatori sono senza dubbio le api: con il loro scorrazzare indefesso

Read more

L’ECONOMIA DI GAIA con Gaia CACCIABUE

Come salvare il pianeta 1 miliardo di alberi (e molti droni) alla volta   Ogni anno vengono abbattuti circa 26 miliardi di alberi. Le zone maggiormente colpite negli ultimi decenni sono state l’Africa Sub-Sahariana, il Sud America e i Caraibi: 970 mila km quadrati di foreste spariti negli ultimi 25 anni, l’equivalente di 1.000 campi da calcio ogni ora. Due

Read more

L’ECONOMIA DI GAIA con GAIA CACCIABUE

L’amaro del caffè…è nelle capsule   Parliamo di pod: le capsule per il caffè, versione 2000 della macchina per l’espresso, a sua volta evoluzione della vecchia moka. Nell’ultimo paio di anni l’impatto ambientale dei miliardi di capsule vendute costantemente in tutto il mondo ha attirato l’attenzione dei consumatori e dell’industria. Le capsule hanno forse risposto a un bisogno che non

Read more

L’ECONOMIA DI GAIA con Gaia CACCIABUE

Le serre più belle del mondo sono sott’acqua   Il titolo è quello di un articolo del Washington Post del 30 giugno scorso, e le serre in questione sono a Noli, in provincia di Genova. Le hanno inventate Sergio e Luca Gamberini, padre e figlio come nella migliore tradizione italiana, e ci coltivano lattuga e basilico (dopotutto sono genovesi). I

Read more

L’ECONOMIA DI GAIA con Gaia CACCIABUE

Passive House: un nome brutto per una casa bella (e sostenibile) La contea di Dún Laoghaire-Rathdown, non lontano da Dublino, ha introdotto questa settimana l’obbligo per tutte le nuove costruzioni di essere Passive House, o case passive. Lo scorso settembre la città di Heidelber, in Germania, ha annunciato che il distretto di Bahnstadt diventerà “passivo”, dopo che i 116 ettari

Read more

L’ECONOMIA DI GAIA con Gaia CACCIABUE

La prima volta sulla bicicletta   L’Italia (ri)scopre la bicicletta: il comma 640 della legge di Stabilità prevede infatti fondi per 91 milioni, da destinarsi nel corso di tre anni a quattro ciclovie, o piste ciclabili a lunga percorrenza, e in parte anche ad altri interventi minori e percorsi a piedi. Come saranno distribuiti i fondi sarà definito con un

Read more

GLI APPUNTI DI STRADEONLINE

Indoor farming, un’alternativa intelligente alla decrescita felice di Stefano Barale La “decrescita felice” è considerata da Serge Latouche come l’unica soluzione percorribile per assicurare un futuro all’umanità. Partendo dall’assunto che progresso e sviluppo economico comportino inevitabilmente un sempre maggiore impatto ambientale e, quindi, che non sia possibile ipotizzare una crescita infinita in un pianeta finito, non resterebbe altro da fare

Read more

L’ECONOMIA DI GAIA con Gaia CACCIABUE

Si infrange il sogno di Masdar City Nel 2016 Masdar City avrebbe dovuto essere la prima città 100% sostenibile del pianeta. Il progetto da 22 miliardi di dollari, messi a disposizione dalla compagnia d’investimenti di stato di Abu Dhabi, è stato presentato nel 2006 dallo studio Foster + Partners e avrebbe dovuto chiudersi quest’anno. Il piano originale prevedeva trasporti esclusivamente

Read more

LA GRANDE ACCELERAZIONE.

Dopo WW2, l’industrializzazione ha innestato la quinta, e come causa-effetto si è avuta un rapido processo di estinzione di piante e specie animali: secondo l’International Geosphere-Biosphere Programme e lo Stockholm Resilience Center, la popolazione è cresciuta del 180%, i consumi d’acqua del 215%, quelli di energia del 315%, la concentrazione di metano nell’atmosfera è raddoppiata, quella di anidride carbonica è

Read more