Category Archives: TTIP

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Le conseguenze economiche di Mr.Trump   La Trumpologia è una delle scienze meno esatte dell’età contemporanea. Già predire le mille variabili dell’azione umana, avvolta da ignoranza, eterogenesi dei fini, avversità o colpi di fortuna, è complicatissimo: figuriamoci quando si tratta di capire le mosse del personaggio più dirompente, contraddittorio e incoerente che abbia calcato la scena politica occidentale nel dopoguerra.

Annunci
Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Il baratto di Donald   “Make America Great Again!”. Lo slogan di Trump, evocativo di un’improbabile età dell’oro, ha innegabilmente avuto la stessa forza trascinatrice per una fetta consistente dell’elettorato americano del “Yes, we can” di Obama. Peraltro, molti commentatori pensano che, ancor più del tema dell’immigrazione, la vittoria del candidato repubblicano sia dovuta alla sua retorica anti-commercio internazionale e

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

Non c’è solo il TTIP   Dal 3 al 7 ottobre si è tenuta l’ennesima (la 15ma per la precisione) sessione di negoziati tra Unione Europea e Stati Uniti relativa al Trattato Transatlantico per il commercio e gli investimenti, meglio conosciuto come TTIP. Anche questa volta si sono registrati lenti progressi ma non sufficienti ad imprimere una svolta ad una

Read more

TTIP AL ROUND FINALE. TUTTO BENE O TUTTO MALE? (2)

TTIP TRA ACCORDI STATALI E DISACCORDI PRIVATI (2) Il problema più ricorrente nel commercio dei beni e dei servizi è sempre lo stesso: la mancanza di standard procedurali comuni costringe – di fatto – chi esporta a rispettare due diverse procedure, con un aggravio in termini di tempo e costi. Si calcola che i dazi doganali imposti dagli Stati Uniti

Read more

TTIP AL ROUND FINALE. TUTTO BENE O TUTTO MALE?

TTIP TRA ACCORDI STATALI E DISACCORDI PRIVATI (1)   Tpp o Ttip? Attenzione alle sigle, segnalano una sfasatura nei tempi e nei dibattiti. In America al momento si parla del primo: Trans Pacific Partnership. Riguarda i paesi dell’Asia-Pacifico, con i due pesi massimi che sono Stati Uniti e Giappone, ma senza la Cina. È il primo in dirittura di arrivo.

Read more

L’ANGOLO DI ADAM SMITH

La lista della spesa   Con la nomina di Carlo Calenda a ministro dello sviluppo economico il governo ha posto fine ad una situazione di incertezza che si trascinava da settimane dopo le improvvise dimissioni di Federica Guidi a seguito delle intercettazioni relative al caso delle trivelle. Calenda fortunatamente avrà bisogno di un periodo di ambientamento molto breve: conosce bene

Read more
« Older Entries